Migliorare l’autostima e fiducia in se stessi

migliorare autostima

Avere autostima e fiducia in se stessi è uno degli aspetti più importanti per chi vuole essere felice ed eventualmente avere successo nella vita.

Migliorare la propria autostima può sembrare difficile, ma non lo è. E se continui a leggere ti spiegherò il perché e come puoi anche tu migliorare la tua autostima ed accettarti per quello che sei.

Come te, anche io ho avuto momenti difficili nella vita. Le sconfitte sono quei momenti in cui la nostra autostima si abbassa così tanto che la nostra mente subcosciente, come meccanismo di autodifesa, può arrivare a farci credere di non essere all’altezza dei compiti che dobbiamo svolgere.

Molte persone non sono felici perché non si piacciono, non si accettano per quello che sono. Questo può accadere per motivi fisici, o di carattere. Anche se spesso questi difetti possono essere corretti, non sempre è così.

Tu come persona ti giudichi in funzione di quello che gli altri pensano di te, e di quello che tu trasmetti agli altri, ma sopratutto in funzione di quello che tu pensi di te stesso.

Ci saranno cose di te così come cose degli altri intorno a te che ti piaceranno di più, altre che ti piaceranno di meno. Però non sono le singole cose, ma l’insieme di esse, che ci permette di valutare noi stessi e gli altri nella loro interezza come persone.

Quindi, come facciamo a raggiungere la media che ci permette di accettarci e piacerci per quello che siamo?

Per rispondere prendo un esempio dal libro di Ramon Campayo (campione mondiale di memoria rapida) su come essere felici, dal quale ho preso spunto per la creazione di diversi articoli su questo blog.

Moltissimi casi di infelicità, come già detto, derivano dal fatto che non ci accettiamo per quello che siamo. Non vogliamo abbastanza bene a noi stessi. Può essere per via della nostra personalità, del nostro aspetto fisico, o addirittura a volte, proprio come è successo a me, dei nostri vizi e di alcune nostre inclinazioni e attitudini.

Alcuni arrivano a volersi così poco bene da arrivare a maltrattare se stessi (o farsi maltrattare dagli altri) proprio perché gli manca autostima.

La prova del nove, però, smentisce questi falsi giudizi che ci diamo da soli. E ora la propongo a te che stai leggendo. E’ un breve gioco, che ti permetterà di capire se davvero tieni così poco a te stesso oppure se la tua è soltanto una scusa per non migliorare la tua vita.

Immagina la sfera di vetro di una lotteria, in cui sono presenti tante palline, ognuna con un numero diverso. Ad ognuna di queste palline corrisponde un premio, e tutte aspettano che tu ne scelga una per vedere il premio corrispondente.

All’interno di ogni pallina c’è il nome di una persona realmente esistente. Queste persone sono gente del tuo paese, o della tua città. Sono persone che hanno più o meno la tua stessa età.

Alcuni saranno più alti, altri più bassi. Alcuni saranno più brutti e altri più belli. Alcuni con e altri senza lavoro. E così via.

La domanda è:

Se facessimo girare la sfera della lotteria con le palline, e cadesse una pallina, e questa avesse il nome di una persona, che non conosci ma che esiste e si trova da qualche parte,

cambieresti te stesso per quest’altra persona? Smetteresti di essere chi realmente sei per trasformarti in quest’altra persona? 

Pensaci bene…

Se la risposta è negativa (come succede a quasi il 100% delle persone a cui viene chiesta questa domanda), non hai motivo di non avere stima in te stesso, in quanto questo vuol dire che consideri te stesso meglio della media, e questo vuol dire che ti dai più valore di quello che pensavi all’inizio.

Questo gioco serve a dimostrarti che alla fine tu dai valore a te stesso, e ti senti di essere meglio di altri, o per lo meno al loro pari. Tanto da non voler cambiare te stesso per una qualsiasi altra persona là fuori.

Questo non vuol dire che non dovresti provare a migliorare tutti quegli aspetti di te che non ti piacciono. Puoi sicuramente provare a cambiare in meglio te stesso:

  • come appari agli altri e il tuo aspetto fisico attraverso con l’attività fisica, curando meglio il tuo guardaroba e il tuo corpo,
  • il tuo carattere sforzandoti a migliorare gli aspetti di te che non ti piacciono

Nel raro caso in cui non dovessi riuscire a migliorare il tuo carattere o il tuo aspetto, saprai però che tu vali per te stesso, che ti reputi migliore di tanti altri, e che quindi puoi continuare ad essere quello che eri e a volerti bene, accettarti ed avere autostima.

Avrai comunque dimostrato una prova di amore verso te stesso, e verso coloro che ti vogliono bene. E questo è sempre importante.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.